giovedì 8 marzo 2012

La crema pasticcera


Questa è la ricetta per la crema che uso da moltissimo tempo. perché quando una ricetta è buona... non si cambia! Ma proprio non ricordo dove l'ho presa o chi me l'abbia data...
Qui sotto vi propongo le dosi a cuccchiai e in grammi, ma di solito la faccio senza pesare nulla, o meglio, misuro il latte e il resto a cucchiai in questo modo:
per 1/2 lt di latte
- 4 tuorli
- 8 cucchiai di zucchero
- 4 cucchiai (ne rasi nè colmi) di farina.
 - qualche scorzetta di limone
- 1/2 baccello di vaniglia

Oggi l'ho pesata per darvi le dosi più precise:
- 1/2 lt di latte
- 4 tuorli
- 240 gr di zucchero
- 120 gr di farina bianca (vanno bene sia la 0 che la 00)
- qualche scorzetta di limone
- 1/2 baccello di vaniglia

Tempo di preparazione - 20 min, compresa la cottura

Portate ad ebollizione il latte con le scorzette di limone e il baccello di vaniglia. Buona norma sarebbe tagliarlo a metà e "raschiare" i semini interni in modo da far sprigionare meglio l'aroma. Battete bene i tuorli con lo zucchero - potete tranquillamente usare uno zucchero integrale, ma del tipo cristallizzato (non il rapadura per capirci) quindi aggiungete la farina e qualche cucchiaiata di latte per amalgamare meglio il composto e non formare grumi. Meglio se usate una frusta elettrica. A questo punto unite il resto del latte mescolando delicatamente (anche con le fruste, ma a bassa velocità). Filtrate con un colino a maglie sottili e portatela a bollore a fuoco molto lento sempre mescolando lentamente. A me piace usare una piccola frusta, la regola dice di usare un cucchiaio di legno... lo scopo è di non lasciare che la crema sul fondo, raddensando prima del resto, formi noiosi grumi... Il detto che bisogna girarla sempre in un senso lo trovo assolutamente inutile, l'importante è non sbatterla perchè c'è il rischio di farla "impazzire" proprio come per la maionese... Non ci credevo, ma in effetti una volta che avevo fretta mi è successo!!
Appena inizia a bollire è pronta!
Lasciatela raffreddare ben coperta per evitare la formazione della pellicina di superficie.

Varianti veloci:

AL CIOCCOLATO - una volta che la crema è pronta, ancora calda, spezzetateci dentro 80 gr di cioccolata fondente, e mescolate bene fino a che si sia sciolta tutta. La cioccolata raffreddandosi aumenterà la consistenza della crema quindi se vi occorre una crema fluida - ad esempio da servire come guarnizione di una torta o di un soufflè - aggiungete un pò di latte per allungarla.
ALL'ARANCIA - prima di bollire il latte unite la scorza di un arancia (non trattata!) facendo attenzione a non grattare la parte bianca. Io uso unire alla fine cottura anche un cucchiaio di Cointreu o Grand Marnier.



Nessun commento:

Posta un commento