mercoledì 8 febbraio 2012

Le uova in "cocotte"

Questa è più un idea che una ricetta, una cosa semplice, ma gustosa da preparare invece del solito toast... anche se è decisamente più calorica del toast! Può essere anche un originale antipasto...

Ingredienti per 5 persone (noi siamo in 5 eheh):
5 fette di pan carrè
5 uova fresche
100 gr di formaggio (a piacere caciotta, asiago o emmental) grattugiato grosso
100 gr di prosciutto cotto a dadini
100 gr di panna fresca (se non l'avete và bene anche un pochino di latte!)
poco olio d'oliva extravergine, sale e (se piace) pepe
Occorrono delle "cocotte", degli stampini in porcellana da forno per soufflè grandini, oppure anche dei pirottini in alluminio (tipo quelli da creme caramel). Ma decisamente le cocotte sono più carine da presentare a tavola... Le trovate facilmente all'Ikea!

Si scalda il forno a 180°-200°. Con un tagliapasta rotondo si tagliano le fette di pan carrè in modo che possano coprire giusto giusto il fondo degli stampini. Si scalda bene una padella antiaderente unta con pochissimo olio e si tostano le fettine di pane da entrambi i lati. Si ungono bene gli stampini con l'olio, si sistema il pane tostato sul fondo e quindi si distribuisce il formaggio in modo da formare dei piccoli nidi. All'interno dei nidi si sguscia un uovo in modo che il tuorlo sia posizionato al centro.

Si sistemano gli stampini per la cottura a bagno-maria in una pirofila con acqua molto calda (quasi a bollore) e si infilano in forno per 5 minuti.

Si estrae la pirofila e si distribuiscono i dadini di prosciutto

Quindi si versa una cucchiaiata di panna liquida leggermente salata. 

Si rimette in forno per qualche minuto fino a che l'albume non sia cotto. Bisogna fare attenzione che il tuorlo rimanga morbido quindi sarebbe meglio che il forno fosse accesso solo nella parte bassa.
Il mio in realtà si è cotto un pò troppo, ma provate voi a cucinare con 3 soggetti che in continuazione ti assillano con "quando è pronto???  mamma ho fame!!! ...ma quanto manca??"
...ti viene inevitabilmente la tentazione di alzare la temperatura per fare prima e... il tuorlo diventa sodo!!
Da gustare caldi caldi appena sfornati...
La ricetta viene da un libricino allegato a La Cucina Italiana, "L'uovo, dall'antipasto al dolce" (1988)

Nessun commento:

Posta un commento